Giada un amore colpevole- recensione

Ciao a tutti/e, benvenuti in questo nuovo post sulla lettura. Oggi stavo cercando un libro non molto impegnativo da leggere perché avevo un gran mal di testa. Mi sono imbattuta in questo libro e sono rimasta relativamente sorpresa dal modo di scrivere dell’autrice e della narrazione.
TITOLO: Giada un amore colpevole
AUTORE: Anna Chillon
Kindle: Sì, anche gratis con Kindle unlimited
Trama: Ancora una volta ci troviamo di fronte una coppia con una notevole differenza d’età, ma ahimè la scrittrice è caduta nella trappola di tutte: lui è una specie di maniaco, un dominatore e lei una povera fanciullina. Un classico!
Recensione: Ciò che mi ha permesso di apprezzare, parzialmente, questo libro è stata la costruzione e la descrizione dei personaggi nella storia li ho trovati abbastanza in sintonia. La storia si presenta come molti generi letterari con relazioni amore, adesso sembra che se non ci mettono uno psicopatico o un uomo con qualche frusta a là cinquanta sfumature il romanticismo non serve o non ha senso. Questa banalità presente in quasi tutti i libri, mi ha un po’ distaccata dal complesso perché in generale il libro mi è piaciuto. Ho apprezzato il personaggio sciatto e a tratti immaturo della protagonista, Giada, la figura quasi inesistente e costruita dei genitori. Il personaggio che rende meglio, anche se si sa poco e niente di lui è Vincent. Lui ha dei bei tratti, mi piace come agisce in molte situazioni. Credo che, in fin dei conti, l’autrice volesse farlo sembrare metà buono e metà cattivo. Ma veniamo alla storia:
Giada è costretta ad assecondare la volontà del padre a passare le vacanze con un amico di famiglia, esattamente Vincent. I due si stuzzicano fin da subito, ma lei con il suo fare da bambina impulsiva lo stuzzica maggiormente e ci prova anche. Ecco, l’autrice qui ha fatto passare il messaggio uomo=bestia cioè ogni uomo che vede una donna attraente ci sta, perché dubito che un quarantenne con un po’ di sale in zucca vada subito a letto con una ragazzina, per giunta da poco maggiorenne. Ma questo è relativo, perché dopo queste prime pagine la storia scorre molto bene e i personaggi fanno in modo da tenere il lettore incollato al libro. Lo consiglio come lettura semplice, carino e poco impegnativo

Voto: ***

This entry was posted in Libri.

Leave a Reply