Agenda Filofax + Consigli per setting

Buonasera a tutte, anche il 2016 è andato via e oggi siamo passati al 2017. Prima di iniziare il post vorrei ringraziarvi per aver letto i post e per aver dedicato qualche minuto del vostro tempo a questo blog, che come sapete, è nato per passione. Dopo un anno sono ancora qui e vorrei parlarvi di qualcosa di utile e inerente a questo periodo.
L’argomento di oggi è molto chiacchierato su blog, bacheche di facebook, Instagram e così via. Ma è un qualcosa che ha trovato del tempo e un posto nella nostra vita perché siamo molto indaffarate e il tempo va ottimizzato al meglio. Esatto, mi sto riferendo al planning giornaliero per organizzare al meglio le nostre giornate. Personalmente, ho sempre preferito avere una lista di cose da fare che mi aiutasse a compiere più azioni senza dimenticare quelle più importanti. Ma attenzione pianificare tutto e proprio tutto ci impedisce di vivere con spontaneità e ci allontana dal libero arbitro. In questo post vi mostrerò come organizzare la vostra vita senza dipendere da un planner e vi aiuterò a scegliere con cura il metodo di pianificazione più adatto alle vostre esigenze. Se siete delle persone che non conoscono il mondo del planning non c’è alcun bisogno che vi affrettiate a comprare un’agenda super- costosa ma basterà un semplice quadernino di poco conto per iniziare la vostra giornata. Io utilizzo al momento tre agende per organizzare la mia giornata. Prima di mostrarvi le mie agende vi spiego come funziona il planning dal mio punto di vista, ricordandovi che ognuno sviluppa le proprie conoscenze e che non esiste un metodo esatto per pianificare.

1– Se siete delle persone pigre e se scrivete davvero poco il quaderno fa al caso vostro. Comprate un quaderno della dimensione che vi sembra più consona e suddividetelo in tante aree (non è il bullet journal, ve ne parlerò in un altro post). Ad esempio prendiamo un soggetto a caso Maria, mamma di due bambini, moglie e lavora in un’azienda. Maria avrà bisogno di organizzare la giornata per se stessa, per suo marito e per i due bambini. Nella prima sezione Maria si occuperà delle faccende casalinghe quindi appunterà le cose da fare come ad esempio fare la spesa, comprare degli oggetti inerenti alle attività di casa, cucinare e così via. In quella specifica sezione Maria ogni giorno scriverà cosa le serve. Nella seconda sezione appunterà quando accompagnare i bambini e seguirà la loro giornata scrivendo gli impegni dei bambini, seguiti dalla prossima sezione che si occupa del lavoro. Il vantaggio delle sezioni all’interno di una qualsiasi agenda risiede nella capacità di riuscire a combinare orari, a presenziare agli appuntamenti e a scrivere tutto nel minimo dettaglio.
Come si crea un planner? Come ho detto prima potete acquistare un planner da qualsiasi negozio (se non volete spendere una cifra superiore ai 10 euro date un’occhiata da Tiger o da un cinese). Potete scegliere di strutturare voi il vostro planner, magari se non vi va di portare in giro l’agenda cosa che vi sconsiglio se volete fare tutto al meglio potreste comprare un raccoglitore con diversi fogli e fogli per le sezioni per dividere tutti i vostri settori.

2– Nel caso del soggetto che ho preso prima in considerazione gli impegni stavano tutti in un solo planner. Se avete difficoltà a gestire la vostra attività lavorativa vi consiglio di optare per un’agenda magari poco costosa che vi aiuti a capire se vi trovate o meno con questo nuovo metodo. Anche in questo caso Tiger o qualche altro negozio di cartoleria fa al caso vostro.

3– Esistono persone molto brave che utilizzano il planner per creare forme di arte, utilizzando washi tape, deco tape e tantissime altre cose che servono per la personalizzazione. Io non mi trovo molto, utilizzo solo qualche washi tape per abbellire e preferisco semplicemente codificare le mie giornate con qualche simbolo o qualcosa che mi ricordi cosa e come fare.

4– Il planning è solo un metodo per scrivere cosa fare? No, il planning diventa uno stile di vita se usato moderatamente. Ho visto molte persone diventare ossessionate dal planning e comprare diecimila agende per diecimila azioni. Alcune azioni vanno compiute con spontaneità, perché una vita troppo pianificata è una vita che serve a ben poco. Il planning è uno strumento-amico che vi permette di ricordarvi di andare a prendere qualcuno a scuola, quando avete un esame, quando dovete uscire. Ma state attente a non farlo diventare qualcosa di troppo.

5– Qual è il metodo migliore per pianificare? Non esiste un metodo per pianificare, nessuno può dirmi se sto sbagliando o meno. Avete la vostra agenda con i vostri impegni. Vi consiglio, se questo metodo vi aiuta, di acquistare agende ad anelli se non usate un metodo in stile bullet journal, perché con le agende ad anelli potrete insierire anche altre cose come buste, cartoline, scontrini ecc.
6– Che cosa serve per pianificare con agenda?
1)L’indispensabile è appunto un’agenda io al momento utilizzo una filofax personal saffiano che ho comprato come prima agenda ad anelli (i formati sono pocket, personal a5 per alcune agende le prime due sono facili da mettere in borsa l’a5 assolutamente no).
2)Le marche che vi consiglio sono Filofax, Webster’s pages, Kikki K, Dokibook, Macaron, Erin Condren (la Condren è un’agenda personalizzabile senza anelli apribili)
3)un foratore per creare fogli ad anelli (dal cinese costa 1 euro)
4)una penna

Ho creato queste semplici domande per rispondere un po’ alle esigenze di tutte. Quindi, ricapitolando, per una personalizzazione di base serve un quaderno, per qualcosa di più avanzato un’agenda/planner ad anelli. Ora vi mostro il mio modo di pianificare le giornate:

FILOFAX SAFFIANO PERSONAL “AQUAMARINE”
La utilizzo per gli impegni extra- accademici quindi in questa agenda non è presente nessun riferimento all’università .
Sezione a) spese; le spese sono molto importanti per me perché mi sono resa conto che senza un’agenda non riuscivo a tenere sotto controllo le mie esigenze, le entrate e le uscite
sezione b) essendo un’appassionata di libri, fumetti, videogiochi e serie tv segno le nuove uscite e che cosa compro di solito quando sono a casa
sezione c) Piante; le piante sono una delle mie più grandi passioni. Come sapete bisogna ricordarsi quando si innaffiano perchè e come procedere. All’interno di questa sezione mi occupo esclusivamente di loro, cercando di non sbagliare.

QUADERNO DI TIGER
Questo quaderno di tiger puntinato è una specie di bullet journal che segue le mie giornate come un’agenda vera e propria. Ci sono poche informazioni sugli acquisti, poche info sull’uni, ma raccoglie esattamente la giornata intera.
a) weekly view
b) informazioni
c)to do

FILOFAX PERSONAL DOMINO
La utilizzo esclusivamente per l’università, al suo interno scrivo info inerenti agli esami, alle lezioni, agli appuntamenti e alle tasse universitarie.

Come potete vedere sono presenti dei divisori, nel mio caso a tema potteriano, creato con la plastificatrice e ho diverse sezioni per organizzare tutto.

Chiedo scusa se non mostro tutte le sezioni ma alcune cose sono private e contengono informazioni personali quindi cerco di darvi un’idea di come organizzare un’agenda o cosa farci.

BUON ANNO!


Dove acquistare le agende

Leave a Reply